Arte & Botanica

L'arte in tutte le sue dimensioni

Il genere Antimima

 

 

antimima Significato del nome del genere

Il nome del genere deriva dalla parola greca antimimos (imitando) perché la prima specie conosciuta assomigliava molto ad un altro genere, sembra forse ad un Argyroderma, cosa che mi sembra strana, personalmente..

 

 

Nomi comuni

Il nome kussingvygie, che significa cuscino di mesembryanthemaceae, è stato usato per alcune specie, per esempio Antimima lawsonii. Antimima saxicola è comunemente noto come klipvygie, mesembryanthemo delle rocce..

 

 

Descrizione

Sono piante compatte, possono formare cuscini, molto spesso hanno un centro compatto con lunghi germogli che si sviluppano da esso. Le foglie possono essere sia di un solo tipo, o di due, raramente di più tipèi diversi. In quest'ultimo caso, una coppia di foglie forma una guaina persistente che avvolge la coppia di foglie successiva durante lo stato di riposo. Le superfici delle foglie lisce, a volte minuscole e/o irregolari sono generalmente coperte di una patina come cera. I fiori sono da rosa a viola, raramente bianchi, e si presentano singolarmente o in gruppi, con piccole brattee sui gambi dei fiori. I petali sono spesso raccolti in cinque mazzi per fiore, come risultato dei sepali che li spingono in gruppi. Gli staminodi filamentosi circondano il cono centrale degli stami. Le capsule di frutta hanno cinque, raramente sei loculi e grandi corpi di chiusura cospicui. I corpi di chiusura sono raramente piccoli o assenti. Le valvole si espandono ampiamente con l'aiuto di chiglie larghe ed espandenti, che raggiungono principalmente la punta della valvola.

 

Caratteri distintivi

Il frutto che è una capsula diseccata, si distingue dal genere Ruschia per i grandi corpi di chiusura e le larghe chiglie di espansione a lobi stretti e irregolari, questa è la caratteristica che ha distinto questo genere da Ruschia, dove è stato inserito per molti anni e che adesso ritroviamo con molti sinonimi.

Antimima fenestrata

 

Periodo di fioritura

Essendoci nel genere Antimima, molte specie con una certa variabiltà di comportamento, la fioritura è sparsa in tutto l'arco annulae, sebbene per la maggior parte dei generi essa avvenga nel periodo invernale che è quello della maggiore vegetazione

 

Distribuzione ed ecologia

La maggior parte delle specie di Antimima si trova nella zona delle piogge invernali lungo la costa sud-occidentale, dal vicino Aus in Namibia a sud, estendendosi fino al Sudafrica fino alla Provincia del Capo Orientale. Solo poche specie si trovano nel Gran Karoo della Provincia del Capo Settentrionale e nello Stato Libero. Le precipitazioni nell'area di distribuzione vanno da meno di 100 a circa 500 mm all'anno. Le specie sono in molti casi adattate a particolari condizioni del suolo e abitano aree piuttosto ristrette.

 

Antimima turneriana

 

Coltivazione

Le specie con un solo tipo di foglia sono facilmente coltivate da seme. Le specie con foglie diverse dal periodo di crescita a quello di riposo necessitano di un distinto periodo estivo secco per mantenere le caratteristiche fogliari tipiche della specie, e sopratutto per mantenerle sane. La semina essendo piante brevidiurne è preferibile farla in autunno, sebbene anche semine primaverili abbiano comunque successo. Le specie cespugliose sono molto facili da taleare, molte di loro riescono bene anche in ambienti freddi.

 

 

Note

La maggior parte delle specie di Antimima sono state fino a poco tempo fa incluse a Ruschia. Tuttavia, Antimima nella sua attuale delimitazione probabilmente include più di un genere e sono necessari ulteriori lavori. Sebbene molte specie di Antimima abbiano piccoli fiori, Antimima ventricosa ha fiori enormi e belli che ne fanno una delle attrazioni più spettacolari della costa occidentale. Uno dei mostri più straordinari, Antimima lawsonii, una specie poco conosciuta dal nord del Karoo, forma densi, simmetrici, cuscini simili a formicai di circa 300 mm di diametro. Le foglie di molte specie odorano di pesce vecchio (ad esempio Antimima. pisciodora). Le specie che formano la guaina, come Antimima pygmaea, sembrano morte durante l'estate perché le foglie sono coperte da una pelle cartacea che si apre o si disintegra in autunno. Antimima subtruncata è un buon esempio di quelle specie con un centro compatto e lunghi germogli sporadici che si irradiano da esso.

e-max.it: your social media marketing partner

Fai una donazione per sostenere il sito

 


Copyright © 2018. All Rights Reserved.